<center> UN CAFFE' IN CORSICA <br> e balene nel santuario dei cetacei<br> (un week end di navigazione)</center>

UN CAFFE' IN CORSICA
e balene nel santuario dei cetacei
(un week end di navigazione)

Corsi veri di navigazione in mare
no simulazioni in piscine o laghi.

Sei pronto a scrivere più o meno questo diario di bordo?
Navigo davvero! Dopo esser salpato da Genova, poco dopo il tramonto, le luci della costa si allontanano e si affievoliscono. Solo, col resto dell'equipaggio e la nostra barca, il silenzio e 100 miglia da percorrere per arrivare domani a Macinaggio. La frenesia della terraferma è ormai lontana. Con i compagni mi alterno ai turni al timone e cerco di capire come gestire la stanchezza e non perdere di efficienza, attraverso rotte di mercantili che di notte sembrano pericolosi vicinissimi mostri e metto in pratica le regole di precedenza. Il freddo è sopportabile mi son preparato come mi hanno consigliato e sia io che gli altri ci siamo dati da fare con tè e caffè belli caldi. Alle 6.00 l'aurora rende pui tenue la luce delle stelle che tutta la notte mi ha accompagnato nei turni al timone; con l'arrivo del sole anche l'umidità e il freddo si dissolvono e mi accorgo, come gli altri, di avere una gran fame e la calda colazione ci ricarica per affrontare le ultime ore di navigazione che ci separano da Macinaggio... Eccolo, 100 miglia fatte! Arrivati e ormeggiati, un porto semideserto vista la stagione. Siamo fighi perchè ci fermiamo a prendere un caffè (meglio quello a bordo con la moka), ci sgranchiamo le gambe, compriamo delle baguette calde e ripartiamo subito per una nuova navigazione notturna per tornare in Liguria... Strano: è più veloce la rotta di ritorno che l'andata. Che poi strano mica tanto, ora capisco cosa vuol dire avere una corrente a favore o a sfavore; per tornare verso casa ci impieghiamo 4 ore in meno che all'andata... E poi e poi straordinario: i delfini! Tanti e Tanti e qualcuno mi ha detto che potrei anche vedere le balene se il resto del genere umano non le ha spaventate troppo. Comunque tra andature di bolina e vari bordeggi, dal traverso al lasco che ci permette qualche ora di spinnaker, questa è la mia più entusiamante traversata in bi-notturna: tranquillo, stanco ma felice. Il tutto dettagliatamente spiegato e provato con l'istruttore, tutto o quasi ripetibile senza più l'ausilio di un tutor. La prossima volta lo faccio da solo con la giusta riverenza nei confronti del mare e col giusto eco delle cazziate che mi han dato perchè all'inizio pensavo fosse una crociera e invece dovevo lavorare per diventare marinaio.
Hei tu! Che dici? Vuoi venire a vivere un'esperienza cosi? Vuoi scrivere il tuo diario di bordo? Vuoi imparare ad affrontare la vera navigazione d'altura?
Le prossime date: da venerdi 6 dicembre imbarco tra le 18.00 e le 20.00 a Genova, dove rientreremo domenica 8 dicembre verso le 17.00

LEGGI DI PIÙ

<center>USCITE PRATICHE DI SCUOLA VELA </center>

USCITE PRATICHE DI SCUOLA VELA

Il piacere di navigare spinti dal solo vento, lo sciabordio delle onde sullo scafo e attorno... silenzio, il piacere di ascoltare la voce dei tuoi compagni senza dover parlare oltre il naturale tono, l'indipendenza da fonti energetiche inquinanti e costose, il bello di essere parte della natura... tutto questo va conquistato con esercizi, con l'apprendimento di un'arte che è tanto piacevole quanto seria e talvolta pericolosa. Noi quest'arte marinaresca sappiamo insegnarla, facciamo solo questo tutti i giorni da sempre, copriamo circa 3000 miglia l'anno e di esperienze vere ne potremmo raccontare e ammaliarti ma preferiamo fartele vivere sempre a bordo, sempre in mare.
disponibilità nei giorni: 27 novembre 1 - 15 - 16 dicembre mattina e/o pomeriggio.

LEGGI DI PIÙ

<center>Corso Primo Comando<br> (un week end di navigazione)</center>

Corso Primo Comando
(un week end di navigazione)

Corsi veri di navigazione in mare
no simulazioni in piscine o laghi.

Molte volte nei porti ho assistito a degli ormeggi che sarebbero stati da filmare e mandare su you tube o su striscia la notizia, sai quanti like o che share... e mi son chiesto:"perchè?" Perchè rovinarsi le giornate, danneggiare barche e compromettere le vacanze proprie e dei poveri malcapitati nel raggio d'azione del maldestro 'conduttore'... Altre volte ho ascoltato sul canale 16 del VHF richieste di soccorso per poi scoprire che gli improvvisati Comandanti erano salpati senza carburante o chiedevano assistenza perchè con 20 nodi di vento non riuscivano ad ammainare le vele e la costa si avvicinava... E ancora ho visto barche (il cui Comandante aveva fatto un ancoraggio sicuro) partire verso le spiagge tra paperelle e braccioli di sbalorditi bambini... solo perchè l'ancoraggio sicuro era troppo corto... che brutte figure, che improprio vanto del titolo di Comandante. Vieni con noi e tutto questo (e molto altro) con i nostri insegnamenti NON ti capiterà. Il corso Primo Comando è rivolto a chi ha sostenuto o sta per sostenere l'esame per la patente nautica e vuole perfezionare la capacità di condurre imbarcazioni a vela, portare i propri cari a fare delle piccole crociere e farsi, con orgoglio, chiamare Comandante
Prossimo corso a Genova sarà il 18 e 19 gennaio

LEGGI DI PIÙ